I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca Qui per ulteriori informazioni.

Il Punto Ascolto è un servizio della scuola pensato per tutti gli studenti, tuttavia possono chiedere una consulenza anche i genitori e gli insegnanti.

Al Punto Ascolto è possibile usufruire di una consulenza con la psicologa della scuola in modo anonimo e riservato, e quando necessario, di un orientamento ai Servizi in maniera diretta e veloce. I colloqui si svolgono presso la stanza del CTS al 2° piano e hanno una durata di 30’.

Per prenotarsi basta utilizzare il foglio di prenotazione affisso alla Bacheca (che si trova a piano terra di fianco alla Presidenza), compilarlo e inserirlo nella cassetta rossa.

Il servizio è attivo due martedì al mese dalle 14.00 alle 16.00, il calendario è consultabile su questa pagina e nella bacheca dedicata.

Se non trovi posto o hai necessità di un appuntamento in un momento diverso puoi scrivere una mail direttamente alla psicologa (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.), oppure rivolgerti a uno degli insegnanti referenti del progetto.

Perché un Punto Ascolto a scuola?

Accogliere un primo disagio, aiutare gli alunni ad attivare le proprie risorse, e fornire le indicazioni e l’accompagnamento per un eventuale invio ai Servizi del Territorio (come il Consultorio Adolescenti), sono gli obiettivi principali del Punto di Ascolto a scuola.

Talvolta il problema portato dagli adolescenti sembra essere un senso di malessere diffuso al quale non riescono a dare un nome; per questo è importante che possano ricevere un sostegno nella definizione del disagio e dei propri bisogni, che in molti casi è sufficiente per avviare un processo di attivazione delle risorse interne che ne permetterà la risoluzione.

Lo sportello può essere utilizzato anche dagli insegnanti, generalmente per intervenire su una situazione o su una classe particolarmente difficile. A volte il confronto è sufficiente per affrontare il momento, a volte invece va progettato insieme un intervento specifico. In molti casi gli insegnanti indirizzano e a volte accompagnano al punto ascolto, alunni che vedono in particolare difficoltà, specialmente se questa si manifesta improvvisamente, modificando l’andamento scolastico.

Anche i genitori possono chiedere una consulenza per il figlio o in alcune situazioni, concordando con l’alunno e con il coordinatore di classe, essere invitati per un colloquio.

Nelle esperienze svolte sino ad oggi, molti ragazzi nei colloqui al Punto Ascolto hanno potuto usufruire di una consulenza personale e riservata, e quando necessario, di un orientamento ai servizi in maniera diretta e veloce. Inoltre il continuo scambio tra lo psicologo scolastico, gli insegnanti e i genitori ha permesso di poter affrontare in maniera integrata le situazioni di disagio più difficili e delicate.

Calendario febbraio/marzo

MARTEDI’ 6 FEBBRAIO
MARTEDI’ 6 MARZO
MARTEDI’ 20 MARZO

Per saperne di più

È possibile contattare direttamente gli insegnanti referenti del progetto:

Professoressa Maria Rosaria Angioni

Professoressa Clara Chirici

Professor Francesco Monelli

La psicologa

Valentina Longhi psicologa psicoterapeuta

Mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Web www.valentinalonghi.it