I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca Qui per ulteriori informazioni.

Il Liceo Statale “Francesco Cecioni” nasce nel 1972 come “secondo” liceo scientifico di Livorno, ma acquisisce la sua vera identità nel 1974, quando l’allora Preside, prof. Luciano Castelli, si fece promotore di una sperimentazione autonoma rispondente alle esigenze di innovazione dell’istruzione superiore. Il Liceo sperimentale era costituito da un biennio comune orientativo e da un triennio articolato in cinque corsi di studio, Artistico, Chimico-Biologico, Fisico-Matematico, Linguistico e Socio-Pedagogico, con l’obiettivo di fornire un grado avanzato di preparazione, pur senza eccedere nella specializzazione, con una metodologia innovativa.

Nel 1994 il Liceo sperimentale modificò l’assetto dei piani di studio, adottando gli indirizzi elaborati dalla commissione ministeriale Brocca, Scientifico, Scientifico Tecnologico e Linguistico e rinnovando gli indirizzi Socio-Psico-Pedagogico ed Artistico.

I cinque indirizzi, a seguito del riordino scolastico della scuola superiore, sono confluiti dal 2010 nei nuovi percorsi liceali: Artistico, Linguistico, Scientifico, Scientifico con opzione Scienze Applicate e delle Scienze Umane.

Rispetto ai precedenti indirizzi, cambia la struttura: sono ridotti i quadri orari, sono diversamente distribuite alcune materie, ma restano invariati gli obiettivi formativi, la metodologia didattica e le attività di ampliamento dell’offerta formativa che da decenni caratterizzano il “Cecioni”. Ogni anno inoltre i Dipartimenti e gli organismi collegiali propongono progetti di potenziamento per i nuovi ordinamenti liceali in ragione delle risorse economiche ed umane e delle esigenze degli studenti.

Nel panorama degli istituti secondari superiori della provincia di Livorno a questa scuola è stata assegnata e riconosciuta nel tempo la funzione di essere un laboratorio permanente di sperimentazione didattica e di ordinamentiQuesto Liceo Statale, di conseguenza, ha accolto docenti e studenti accomunati da un’idea di scuola che riuscisse a tener viva la ricerca e lo sviluppo di didattiche innovative, applicate a percorsi di studio originali e sperimentali, nei quali la progettazione riveste un ruolo fondamentale. Ad oggi la vitalità della tradizione sperimentale del “Cecioni” non si è esaurita, ma continua a manifestarsi in molteplici direzioni:

  • dal gennaio 2015 è attivato il progetto GTL (Global Teaching Labs) in collaborazione con il MIT di BOSTON;
  • dal settembre 2011, oltre ai diplomi finali degli indirizzi di studio, è attivo il “Percorso EsaBac, un solo esame, due diplomi” che permette agli studenti, al termine dell’ultimo anno di Liceo di conseguire simultaneamente con un solo esame il diploma italiano e il Baccalauréat francese, integrando le prove dell’Esame di stato italiano con una prova scritta di storia in francese e una doppia prova (scritta e orale) di lingua e letteratura francese;
  • nella ricchezza dei progetti formativi e didattici rivolti agli studenti, attuati ogni anno in modalità diverse;
  • nelle iniziative culturali a cui partecipa nel quadro di manifestazioni organizzate dalle istituzioni presenti sul territorio;
  • nel continuo dibattito sui temi della metodologia e della didattica su cui i docenti si confrontano nello spazio istituzionale dei Dipartimenti disciplinari e nell’ambito di progetti di aggiornamento ministeriali o organizzati dalla scuola stessa;
  • nella fitta nella fitta rete di collaborazioni costruita nei 12 anni di realizzazione di percorsi triennali di Alternanza scuola lavoro  nella scuola è presente da anni, accanto all'insegnamento della religione cattolica, quello di materie alternative, attivate attraverso un'indagine degli orientamenti degli studenti.